La donazione in riguardo di un matrimonio - Avvocato Pedrazzoli

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Piazza Castello 1

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Torino - Novara

Avv. Antonio Pedrazzoli

Torino - Corso Re Umberto 97

Milano - Torino - Novara

Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Milano - Piazza Castello 1
Avv. Antonio Pedrazzoli
Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Torino - Corso Re Umberto 97
Milano, Piazza Gae Aulenti n. 1
Milano, Piazza Gae Aulenti n.1
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Vai ai contenuti

Nozione e Fondamento della Donazione Obnuziale

La donazione obnuziale si caratterizza per l'essere rivolta agli sposi in occasione delle nozze. Questa tipologia di donazione, che non richiede l'accettazione dei donatari per il suo perfezionamento, è regolata da una disciplina specifica che riflette il favore generalmente accordato alle donazioni nuziali.

Gli elementi distintivi di questa donazione sono la necessità che il matrimonio sia futuro e determinato. L'assenza di queste condizioni porta a considerare l'atto come una donazione sospensivamente condizionata a future nozze generiche.

La giurisprudenza distingue con precisione tra donazione obnuziale e donazione con condizione sospensiva di matrimonio futuro, affermando che solo nel caso di un matrimonio determinato si configura una vera donazione obnuziale.

Vi è un dibattito sulla natura giuridica della donazione obnuziale. Alcuni la considerano un negozio unilaterale che si perfeziona quando la dichiarazione del donante giunge a conoscenza del donatario. Altri sostengono la sua natura contrattuale, affermando che può concludersi con la proposta del donante e l'assenza di rifiuto da parte del donatario.

La giurisprudenza tende a trattare la donazione obnuziale come negozio unilaterale, dato che si perfeziona con la dichiarazione del donante.

Se la natura contrattuale della donazione obnuziale ammette la possibilità di rifiuto da parte del donatario, la sua interpretazione come negozio unilaterale solleva maggiori questioni. Nonostante alcuni neghino ogni possibilità di rifiuto, altri riconoscono al donatario il diritto di rifiutare l'attribuzione.

La celebrazione del matrimonio è considerata un requisito di efficacia per la donazione obnuziale. Questa condizione non ha efficacia retroattiva e il donante può disporre del bene fino al matrimonio, dopo il quale il donatario può agire per evizione.

L'annullamento del matrimonio comporta la nullità della donazione obnuziale. Tuttavia, il divorzio o la dispensa dal matrimonio rato e non consumato non hanno lo stesso effetto. La giurisprudenza ha chiarito che sia il divorzio sia la dispensa pontificia non comportano la nullità della donazione obnuziale.

La nullità della donazione implica che il donatario restituisca i beni al donante. Il donante può agire per la restituzione o rivendicazione, salvo nei casi di buona fede del terzo acquirente o del coniuge in buona fede.

Un'ulteriore eccezione riguarda i figli nascituri dei futuri sposi, per i quali la donazione obnuziale rimane valida nei casi di effetti del matrimonio putativo.

La giurisprudenza applica le norme sulla donazione obnuziale anche alle donazioni obnuziali indirette. Tuttavia, recentemente si è affermato che la donazione obnuziale, essendo un negozio formale e tipico, è incompatibile con la donazione indiretta.

I doni tra fidanzati, benché simili alla donazione obnuziale, si distinguono per la minore rilevanza del matrimonio e per il non essere soggetti al rigore formale della donazione obnuziale. La giurisprudenza ha specificato che i doni prenuziali sono soggetti alla restituzione in caso di mancata celebrazione del matrimonio.
Avvocato Antonio Pedrazzoli
Partita IVA: 02073100030
Copyright © 2008 - 2024 Pedrazzoli
Torna ai contenuti