Il rapporto tra onere e legato - Avvocato Pedrazzoli

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Piazza Castello 1

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Torino - Novara

Avv. Antonio Pedrazzoli

Torino - Corso Re Umberto 97

Milano - Torino - Novara

Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Milano - Piazza Castello 1
Avv. Antonio Pedrazzoli
Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Torino - Corso Re Umberto 97
Milano, Piazza Gae Aulenti n. 1
Milano, Piazza Gae Aulenti n.1
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Vai ai contenuti

Distinzione tra Onere e Legato nel Diritto Testamentario

La differenziazione tra onere (o modo) e legato costituisce un tema di notevole dibattito sia in ambito dottrinale che giurisprudenziale, data la loro sostanziale affinità. La discussione ha portato all'identificazione di tre principali criteri di distinzione.

Il primo criterio, ampiamente sostenuto dalla giurisprudenza, si basa sull'intento del testatore, distinguendo tra il beneficio diretto del legato e l'obbligazione indiretta dell'onere. Mentre il legato rappresenta un trasferimento patrimoniale diretto al legatario, l'onere si manifesta attraverso un obbligo imposto all'onerato, il quale agisce come mediatore del vantaggio verso un terzo. Di conseguenza, il legatario diventa beneficiario diretto del testatore, a differenza del destinatario dell'onere, che riceve un beneficio indiretto.

Un secondo criterio evidenzia la natura accessoria dell'onere rispetto al carattere autonomo del legato. Questa prospettiva, tuttavia, non tiene conto delle evoluzioni dottrinali che hanno riconosciuto all'onere una posizione distinta e autonoma all'interno del meccanismo successorio, equiparandolo al legato in termini di trattamento legislativo e di trasmissibilità.

Il terzo criterio si concentra sulla specificità del destinatario della disposizione: il legato si rivolge a soggetti determinati o determinabili, mentre l'onere tende a realizzare interessi più generici, del testatore o di altri, o dello stesso onerato. Tale distinzione è rilevante anche per le disposizioni a favore dei poveri, considerate legati, e quelle a favore dell'anima, viste come oneri.

La giurisprudenza di merito ha adottato questo criterio, interpretando le disposizioni a favore di soggetti specifici come legati. Questa interpretazione si estende anche alle disposizioni che, pur imponendo un obbligo a un legatario o prelegatario a beneficio di un terzo, configurano un sublegato, con implicazioni dirette sulla responsabilità dell'obbligato e sui rimedi applicabili in caso di inadempienza.

La distinzione tra onere e legato assume significato critico per determinare il momento del trasferimento della proprietà dei beni ereditari e per definire la responsabilità dell'obbligato nell'adempimento dell'obbligo imposto, con implicazioni dirette sulla gestione dell'eredità e sull'esecuzione della volontà testamentaria.
Avvocato Antonio Pedrazzoli
Partita IVA: 02073100030
Copyright © 2008 - 2024 Pedrazzoli
Torna ai contenuti