Diritto di chiedere la divisione - Avvocato Pedrazzoli

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Piazza Castello 1

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Torino - Novara

Avv. Antonio Pedrazzoli

Torino - Corso Re Umberto 97

Milano - Torino - Novara

Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Milano - Piazza Castello 1
Avv. Antonio Pedrazzoli
Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Torino - Corso Re Umberto 97
Milano, Piazza Gae Aulenti n. 1
Milano, Piazza Gae Aulenti n.1
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Vai ai contenuti

Il diritto di chiedere la divisione

Il diritto di chiedere la divisione di beni comuni è un concetto fondamentale nel diritto civile, come previsto dall'articolo 1111 c.c. per i beni comuni in generale, e dall'articolo 713 c.c. per la comunione ereditaria. Entrambi questi articoli stabiliscono con chiarezza che ogni contitolare ha il diritto incondizionato di richiedere la divisione dei beni a qualsiasi momento.
Questo diritto è basato su due pilastri principali: primo, l'interesse individuale di ogni contitolare di avere la piena proprietà di una parte dei beni; secondo, l'interesse collettivo di garantire la libera circolazione di beni. La possibilità di dividere i beni diventa ancora più rilevante considerando che prendere decisioni unanime in una comunione può essere difficile e inefficiente.
È interessante notare che il diritto di chiedere la divisione è di natura "potestativa", il che significa che ogni contitolare è sia un punto di riferimento attivo che passivo in questo processo. In altre parole, mentre uno ha il diritto di iniziare la divisione, è anche soggetto al diritto degli altri di fare lo stesso. Inoltre, questo diritto non è soggetto a prescrizione, quindi può essere esercitato in qualsiasi momento.
Tuttavia, ci sono alcune eccezioni in cui il diritto di chiedere la divisione può essere temporaneamente sospeso. Queste includono accordi volontari tra i contitolari (conosciuti come "patto di indivisione"), decisioni giudiziarie specifiche, disposizioni testamentarie che limitano la divisione, o altre leggi che possono impedire la divisione in circostanze speciali.
In sintesi, il diritto di chiedere la divisione di beni comuni è un principio cardine del diritto civile, previsto per equilibrare gli interessi individuali e collettivi. Pur essendo un diritto quasi incondizionato, è soggetto a certe limitate eccezioni. Questo rende ancora più importante comprendere le implicazioni legali prima di procedere con la divisione dei beni.


Avvocato Antonio Pedrazzoli
Partita IVA: 02073100030
Copyright © 2008 - 2024 Pedrazzoli
Torna ai contenuti