Il trust - Avvocato Pedrazzoli

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Piazza Castello 1

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Torino - Novara

Avv. Antonio Pedrazzoli

Torino - Corso Re Umberto 97

Milano - Torino - Novara

Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Milano - Piazza Castello 1
Avv. Antonio Pedrazzoli
Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Torino - Corso Re Umberto 97
Milano, Piazza Gae Aulenti n. 1
Milano, Piazza Gae Aulenti n.1
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Vai ai contenuti

Il trust - nozione

Il trust, tipicamente associato ai sistemi di Common Law, non trova un equivalente diretto nel nostro ordinamento giuridico. Tuttavia, la normativa italiana ha iniziato a fare riferimento a questa figura, in particolare con la legge 22 giugno 2016, n. 112, che introduce misure di supporto per persone con disabilità grave prive di sostegno familiare. In tale contesto, l'articolo 6 della legge prevede l'adozione del trust per la protezione dei beneficiari.
Il meccanismo del trust prevede che un soggetto, il settlor, trasferisca beni a un altro, il trustee, che ne gestisce la disposizione secondo istruzioni precise a beneficio di un terzo, il beneficiary. La configurazione del trust varia a seconda delle specifiche e della legislazione applicabile, ma generalmente il trustee è investito di una responsabilità complessa, con poteri di amministrazione e disposizione dei beni, sempre nell'interesse del beneficiary.
I beni conferiti in trust sono gestiti dal trustee, ma rimangono distinti dalla sua proprietà personale, il che impedisce ai suoi creditori personali di aggredirli. Tale protezione si estende fino a includere specifiche esclusioni di pignoramento, come confermato da diverse sentenze, tra cui quella del Tribunale di Reggio Emilia del 25 febbraio 2014.
Nonostante il trust abbia trovato applicazione nel nostro sistema, la sua piena integrazione solleva questioni complesse. Esso sfida il principio di unicità del patrimonio per soggetto, vitale per la garanzia dei creditori, e si distingue significativamente dalla fiducia, che regola internamente gli effetti tra le parti senza creare diritti opponibili a terzi.
In aggiunta, il 1° gennaio 1992 ha segnato un momento importante per il trust in Italia con l'entrata in vigore della Convenzione de L'Aja sulla legge applicabile ai trust e sul loro riconoscimento, a cui ha fatto seguito la normativa comunitaria che ha ulteriormente influenzato l'ambito di applicazione e le questioni di giurisdizione.
Avvocato Antonio Pedrazzoli
Partita IVA: 02073100030
Copyright © 2008 - 2024 Pedrazzoli
Torna ai contenuti