Il rapporto con le altre possessorie - Avvocato Pedrazzoli

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Piazza Castello 1

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Torino - Novara

Avv. Antonio Pedrazzoli

Torino - Corso Re Umberto 97

Milano - Torino - Novara

Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Milano - Piazza Castello 1
Avv. Antonio Pedrazzoli
Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Torino - Corso Re Umberto 97
Milano, Piazza Gae Aulenti n. 1
Milano, Piazza Gae Aulenti n.1
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Vai ai contenuti

L'azione di petizione ereditaria e le altre azioni possessorie

La normativa vigente introduce con precisione l'azione di petizione, finalizzata a consolidare la tutela degli eredi nei confronti dei detentori di beni facenti parte dell'asse ereditario. Questa azione, delineata per la prima volta nel codice civile attuale, è pensata per operare in parallelo con le azioni possessorie, le quali, ai sensi dell'art. 460 del codice civile, possono essere attivate dall'individuo designato come erede. L'obiettivo primario di tale azione è il recupero dei beni ereditari.
Vi è un'importante sovrapposizione riguardante il soggetto che detiene la legittimazione ad agire; nello specifico, anche la persona meramente nominata come erede ha la facoltà di iniziare l'azione di petizione. Tale iniziativa può essere interpretata come una forma di accettazione tacita dell'eredità, conformemente a quanto previsto dall'art. 476 del codice civile.
Avvocato Antonio Pedrazzoli
Partita IVA: 02073100030
Copyright © 2008 - 2024 Pedrazzoli
Torna ai contenuti