L'arricchimento nella donazione - Avvocato Pedrazzoli

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Piazza Castello 1

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Torino - Novara

Avv. Antonio Pedrazzoli

Torino - Corso Re Umberto 97

Milano - Torino - Novara

Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Milano - Piazza Castello 1
Avv. Antonio Pedrazzoli
Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Torino - Corso Re Umberto 97
Milano, Piazza Gae Aulenti n. 1
Milano, Piazza Gae Aulenti n.1
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Vai ai contenuti

L'arricchimento nella donazione

Affinché un atto sia qualificato come donazione, è essenziale che il trasferimento a favore del donatario avvenga per spirito di liberalità, come precedentemente definito. Si pone quindi la questione di delineare con precisione il concetto di arricchimento nel contesto della donazione. Sebbene alcuni interpretino questo arricchimento in termini puramente economici, come un incremento effettivo del patrimonio del donatario, è fondamentale considerare l'antinomia che ciò creerebbe con la figura della donazione modale, in cui l'onere può assorbire completamente l'incremento patrimoniale del donatario, come previsto dall'articolo 793, comma 2, del codice civile.

Pertanto, appare più appropriato intendere l'arricchimento non come un mero effetto economico, ma come un risultato giuridico necessario del contratto di donazione. Il donante, disponendo di un proprio diritto o assumendo un'obbligazione, conferisce al donatario un diritto reale o di credito, arricchendo la controparte indipendentemente dall'eventuale risultato economico che ne possa derivare in termini di incremento del valore del patrimonio del donatario.

La giurisprudenza stabilisce costantemente che, oltre all'elemento soggettivo dell'animus donandi, sia indispensabile la presenza di un elemento oggettivo rappresentato dall'incremento del patrimonio altrui. Inoltre, si sottolinea l'importanza di un "depauperamento effettivo" del donante, considerando che "l'eventuale pregiudizio economico può essere bilanciato da un altro rapporto, e quindi l'atto può risultare finalizzato al soddisfacimento di un interesse economico, sia pure indiretto".
Avvocato Antonio Pedrazzoli
Partita IVA: 02073100030
Copyright © 2008 - 2024 Pedrazzoli
Torna ai contenuti