L'azione di riduzione recuperatoria - Avvocato Pedrazzoli

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Piazza Castello 1

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Torino - Novara

Avv. Antonio Pedrazzoli

Torino - Corso Re Umberto 97

Milano - Torino - Novara

Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Milano - Piazza Castello 1
Avv. Antonio Pedrazzoli
Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Torino - Corso Re Umberto 97
Milano, Piazza Gae Aulenti n. 1
Milano, Piazza Gae Aulenti n.1
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Vai ai contenuti

Il Recupero delle Attività a Favore del Legittimario: Modalità e Condizioni


Il secondo strumento a disposizione del legittimario, successivamente all'efficace attivazione dell'azione di riduzione, mira a consentire il recupero delle attività ancora presenti nel patrimonio dei beneficiari. Questa procedura si configura in base all'esito positivo dell'azione precedentemente intrapresa e si articola in due possibili scenari, a seconda della natura dell'attività oggetto di reintegrazione.

Nel caso in cui la reintegrazione riguardi un bene immobile, il legittimario ha diritto ai frutti prodotti dall'immobile a partire dalla data di presentazione della domanda giudiziale. Ciò significa che tutti i benefici economici derivanti dall'immobile, successivi alla richiesta di reintegrazione in sede giuridica, spettano al legittimario quale compensazione per il periodo in cui il bene non era nella sua disponibilità.

Diversamente, se la reintegrazione avviene attraverso un equivalente monetario, il legittimario ha diritto agli interessi calcolati sulla somma di denaro, seguendo le tariffe legali stabilite. Questo meccanismo assicura che il legittimario riceva una compensazione adeguata per il tempo in cui non ha potuto disporre della sua quota legittima, anche in assenza di un bene fisico da reintegrare direttamente nel suo patrimonio.

Entrambe le modalità di reintegrazione sono finalizzate a ristabilire l'equilibrio patrimoniale del legittimario, assicurandosi che i suoi diritti siano pienamente rispettati e che qualsiasi disparità risultante da disposizioni lesive venga adeguatamente compensata, in linea con le disposizioni giuridiche vigenti.
Avvocato Antonio Pedrazzoli
Partita IVA: 02073100030
Copyright © 2008 - 2024 Pedrazzoli
Torna ai contenuti