Articoli 561 e 563 c.c.: termine prescrizionale, atto di opposizione e questioni giuridiche - Avvocato Pedrazzoli

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Piazza Castello 1

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Torino - Novara

Avv. Antonio Pedrazzoli

Torino - Corso Re Umberto 97

Milano - Torino - Novara

Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Milano - Piazza Castello 1
Avv. Antonio Pedrazzoli
Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Torino - Corso Re Umberto 97
Milano, Piazza Gae Aulenti n. 1
Milano, Piazza Gae Aulenti n.1
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Vai ai contenuti

Gli Articoli 561 e 563 del Codice Civile: Termine Prescrizionale, Atto di Opposizione e Questioni Giuridiche

Introduzione
Gli articoli 561 e 563 del Codice Civile italiano delineano una cornice temporale di 20 anni per l'azione recuperatoria contro terzi. In questo contesto, l'atto di "opposizione" svolge un ruolo cruciale, sospendendo il termine prescrizionale. Tuttavia, queste disposizioni normative sollevano numerose questioni giuridiche, incluse quelle relative al concetto di prescrizione e decadenza.

Atto di Opposizione e Termine Prescrizionale
Il termine prescrizionale di 20 anni per l'azione recuperatoria contro terzi può essere sospeso mediante un atto volontario, noto come "atto di opposizione". Questo atto assume rilevanza particolare, soprattutto quando si tratta di diritti che sono potenzialmente esistenti ma non ancora attuali, come nel caso del legittimario.

Complessità del Termine Ventennale in Articolo 561 c.c.
L'articolo 561 del Codice Civile presenta un termine simile di 20 anni, ma con sfumature giuridiche più complesse. Durante questo periodo, eventuali pesi o ipoteche sul bene donato sono "purgati" a favore del possibile legittimario. Dopo il decorso del termine e in assenza di opposizione, questi restano validi e opponibili.

Questioni Giuridiche e Giurisprudenza
Un punto critico riguarda la legittimità di parlare di prescrizione per un diritto che è soltanto potenziale. La giurisprudenza, in particolare la decisione della Corte di Cassazione Civile, Sezione II, n. 4523/2022, ha contribuito a chiarire alcuni aspetti. Secondo questa sentenza, è possibile proporre immediatamente un'azione di simulazione contro un atto che dissimula una liberalità.

Conclusione
La normativa esistente introduce un elemento di complessità e incertezza nel diritto delle successioni, specialmente riguardo al termine prescrizionale e all'atto di opposizione. La giurisprudenza ha in parte contribuito a illuminare queste aree grigie, ma ulteriori chiarimenti sono necessari per una piena comprensione del funzionamento di questo istituto giuridico.

Avvocato Antonio Pedrazzoli
Partita IVA: 02073100030
Copyright © 2008 - 2024 Pedrazzoli
Torna ai contenuti