L'atto di opposizione alla donazione: notificazione e trascrizione - Avvocato Pedrazzoli

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Piazza Castello 1

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Torino - Novara

Avv. Antonio Pedrazzoli

Torino - Corso Re Umberto 97

Milano - Torino - Novara

Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Milano - Piazza Castello 1
Avv. Antonio Pedrazzoli
Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Torino - Corso Re Umberto 97
Milano, Piazza Gae Aulenti n. 1
Milano, Piazza Gae Aulenti n.1
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Vai ai contenuti

L' Atto di Opposizione alla Donazione in Art. 563 Codice Civile: Formalità e Implicazioni Giurisprudenziali

L' art. 563 del Codice Civile dettaglia la possibilità di opporsi a una donazione da parte di coniuge o parenti in linea retta del donante, entro un periodo di vent'anni dalla trascrizione dell'atto. La legge prescrive che tale opposizione deve essere "notificata e trascritta", ponendo in luce la necessità di entrambe le formalità per rendere effettiva l'opposizione.

Ordine delle Formalità e Notificazione
La sequenza tra notificazione e trascrizione non è esplicitamente delineata dalla legge. Tuttavia, la logica suggerisce che la notificazione dovrebbe precedere la trascrizione per garantire che il donatario sia informato dell'opposizione. È da notare che la notificazione non richiede formalità particolari; l'essenziale è che le parti interessate ne vengano a conoscenza, come previsto dall'art. 1335 del Codice Civile.

Funzione della Trascrizione
La trascrizione non ha una funzione dichiarativa primaria. Anche se un terzo avesse trascritto il proprio titolo, l'atto di opposizione, se trascritto prima della scadenza del periodo ventennale, avrebbe comunque effetto.

Interrogativi sul Terzo Acquirente
Un punto di discussione si apre sulla necessità o meno di notificare l'atto di opposizione anche al terzo acquirente, cioè colui che ha ricevuto il bene dal donatario. La legge non fornisce chiarimenti in proposito.

Rinuncia all'Opposizione
Un ulteriore aspetto da considerare è la rinuncia all'opposizione. La legge è silente sulle formalità pubblicitarie in questo caso. Tuttavia, una sentenza isolata del Tribunale di Torino datata 26 settembre 2014, suggerisce che tale rinuncia dovrebbe essere annotata a margine dell'atto di acquisto del bene.
Questa sentenza aggiunge un livello di complessità e offre spunti di riflessione per future interpretazioni legali dell'art. 563 del Codice Civile.

Conclusioni
L'atto di opposizione alla donazione previsto dall'art. 563 del Codice Civile solleva diverse questioni, alcune delle quali ancora prive di risposte univoche, rendendo il tema una fonte fertile per ulteriori esplorazioni giuridiche e giurisprudenziali.


Avvocato Antonio Pedrazzoli
Partita IVA: 02073100030
Copyright © 2008 - 2024 Pedrazzoli
Torna ai contenuti