Disposizioni illecite e la loro conferma nel contesto testamentario - Avvocato Pedrazzoli

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Piazza Castello 1

Antonio Pedrazzoli

Avvocato per Eredità e Successioni

Milano - Torino - Novara

Avv. Antonio Pedrazzoli

Torino - Corso Re Umberto 97

Milano - Torino - Novara

Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Milano - Piazza Castello 1
Avv. Antonio Pedrazzoli
Antonio Pedrazzoli
Avvocato per Eredità e Successioni
Torino - Corso Re Umberto 97
Milano, Piazza Gae Aulenti n. 1
Milano, Piazza Gae Aulenti n.1
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Novara, Rotonda Massimo d'Azeglio n. 11
Vai ai contenuti

Disposizioni Illecite e la loro Conferma nel Contesto Testamentario

Secondo l'articolo 590 del codice civile, la norma non trova applicazione in relazione alle disposizioni testamentarie che si pongono in contrasto con l'ordine pubblico o il buon costume. Questo significa che, in situazioni dove la disposizione testamentaria persegue un risultato illecito, tale disposizione non può essere resa valida attraverso il meccanismo di convalida.

Tuttavia, si distingue il caso delle disposizioni che, pur essendo contrarie a norme imperative proibitive, non implicano una violazione dell'interesse pubblico. In tali circostanze, la normativa riacquista la sua efficacia. Questo si traduce nella possibilità di confermare disposizioni che, benché in contrasto con norme imperative, non vengono considerate lesive dell'ordine pubblico o del buon costume.

Un esempio di tale situazione si verifica nelle disposizioni derivanti da un patto successorio o quelle che prevedono un usufrutto successivo. Nonostante questi casi possano sembrare in violazione di norme imperative, la loro conferma non è considerata in contrasto con i principi di ordine pubblico o buon costume.
Avvocato Antonio Pedrazzoli
Partita IVA: 02073100030
Copyright © 2008 - 2024 Pedrazzoli
Torna ai contenuti